La vuoi, tu, ‘sta parità?

by

Non esiste neanche la parità tra persone e persone, può mai esistere la parità dei sessi? E soprattutto, ma chi la vuole, sta parità?

La vuoi tu, uomo moderno e progressista che ti va bene se la tua ragazza rutta in pubblico, ti va bene se lavora e magari guadagna più di te, ti va bene se anche tu lavi i piatti quando lei ti cucina, ti va bene se lei bestemmia, ti va bene se lei ti si vuole solo scopare una volta e via e poi non si fa più sentire, ti va bene se non si fa paranoie su ogni parola che dici, ti va bene se guarda le partite di calcio con te, ti va bene se si fida di te e non gliene frega niente se esci a bere coi suoi amici, che tanto lei esce coi suoi e torna a casa strafatta peggio di te, ti va bene se non è gelosa delle strafighe che ti ronzano intorno, ti va bene se non ti trascina a fare shopping che lei si annoia a girare per le vetrine, ti va bene che abbia un cervello e non le serva anche il tuo per ragionare, ti va bene se preferisce un vinile dei Led Zeppelin in un giorno a caso dell’anno invece dell’anello da 2000 euro il 25 dicembre, ti va bene se non ha crisi isteriche a random quando ha le mestruazioni, ti va bene se uccide gli insetti che a te fanno schifo, ti va bene se sa difendersi da sola, ti va bene se non ti racconta mai cazzate e non va mai dal parrucchiere, ti va bene se non va dall’estetista e i peli se li leva quando le pare, ti va bene se vivrebbe la sua vita benissimo anche senza di te, ti va bene se non ti racconta per filo e per segno tutti i suoi problemi e ti lascia vivere anche la tua, di vita?

Te lo dico io, se ti va bene: no, col cazzo che ti va bene, perchè ti fa paura, perchè quello insicuro che ha bisogno di essere sostenuto, di sentirsi importante, di essere pilastro della coppia sei tu.
E lei e la sua indipendenza ti fanno paura.

[Silently]

Annunci

5 Risposte to “La vuoi, tu, ‘sta parità?”

  1. Francesco Says:

    Te l’ho detto io che devi bere di meno :D

  2. Sac Says:

    Non è per farmi pubblicità (cioè, non è solo per farmi pubblicità), ma stai a vedere le coincidenze: http://crossingcountry.blogspot.com/2010/01/your-feminine-doom.html

    Terribilmente condivisibile.

  3. Thumper Says:

    Per star bene con una donna con le palle ci vuole un uomo con le palle.

  4. Den^^ Says:

    Punto primo: l’uomo e la donna sono diversi. E per fortuna sono diversi. E non intendo solo “fisicamente”, questo è piuttosto ovvio, ma mentalmente. La testa. O il cuore, vedi tu. Io non voglio una donna come me… simile magari, quello si, ma uguale giammai! E, ancora peggio, una donna che sembra un uomo medio. Che rutta in pubblico e ride. Che segue il calcio. Politicamente indiscutibilmente monolitica. Che pensa che il suo successo si valuti in base alle dimensioni… della sua auto. Non c’ho manco degli amici così, immagina una donna… Quindi, le donne sono diverse dagli uomini e, lo chiedo in ginocchio, restino diverse dagli uomini.
    Punto secondo: io sono moderno e progressista e questa parità la voglio. Non voglio donne che non bevano almeno quanto me. Anzi! sono malsanamente attratto dalle sfattone. Voglio una donna che esca per i cazzi suoi, che non mi voglia tra le palle, così io posso invitare a casa amici tossici per vedere film da psicolabili ubriacandomi di tequila. O che al massimo si unisca a noi. Che preferisca un vinile a un anello (a meno che non sia un anello col teschio XD). Che si depili o meno, non è un mio problema. Se vuole farlo, bene, ma non me la deve menare con “lo faccio per piacerti di più” o cazzate simili, che non è vero. Lo fai per piacere di più A TE, non scaricare su di me le tue paranoie e non incolparmi di un modello che non ho deciso io e che, anzi, credo sia più un invenzione femminile.
    E se vuole scopare solo una volta e poi sparire, tanto di guadagnato. Meno problemi per inventarmi una fantasiosa scusa. E il mio spirito bohemien approfitterà della situazione per scrivere tristi poesie d’ammore.
    [l’incoerenza del punto uno e punto due sono giustificate dal fatto che io sono incoerente]
    Punto terzo: perchè se si parla di parità si parla sempre di “donna che deve assomigliare di più a un uomo” e non viceversa. Dando per scontato, ad esempio, che donna e uomo di pari capacità debbano ricevere pari stipendio, che le opinioni di entrambi abbiano lo stesso peso, chessò, in politica, che le differenze di una sovrastruttura imposta non esistano, che non ci sia alcuna discriminazione(si, nel mondo dei folletti dello zucchero filato)… dando per scontato questo e parlando solo di caratteristiche superficiali… perchè un uomo non può: truccarsi o andare dall’estetista; spendere in un pomeriggio di shopping tutto il suo stipendio; piangere per una commedia romantica al cinema… ah, si, giusto, perchè questo già succede… :D
    bella! :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: