La metamorfosi

by

Avete presente quegli assistenti acidi presuntuosi e vendicativi che inquinano le aule universitarie? Quei frustrati e malpagati che non si fanno operare al fegato perchè i tagli alla ricerca gliel’hanno già roso tutto? Quei portaborse che fanno lezione al posto del professore, che ti interrogano al posto del professore e ti smerdano come ha fatto il professore quando era un assistente pure lui? Quelle figure un po’ tristi, un po’ ridicole e un po’ sinistre che si aggirano per i dipartimenti? Ecco. Io non sono così. Cioè sono parzialmente così. Sono talvolta acida, molto vendicativa, malpagata, faccio lezione, interrogo.  A volte sono triste, a volte ridicola, forse anche un po’ sinistra. Ma mi impegno al massimo per essere molto meglio di un sordido tirapiedi di un barone.

E quando vengo trattata come un sordido tirapiedi di un barone, derisa e provocata da una stronzetta in terza fila ci resto male. Razionalmente so che lei è un tratto estremo della curva che parte dall’ adorazione, si schiaccia su una massiccia indifferenza e piomba nell’odio integrale. Una lunga curva di 200 studenti, ci si può stare.

Oggi un beffardo commentino, sommesso ma udibile, ha determinato un cambiamento in me. Ero lì che scrivevo alla lavagna e tentavo di  ritrovare la concentrazione quando un pensiero inedito  si è formulato nella mia mente. Per la prima volta nella mia vita mi sono rivolta mentalmente ad un essere umano e ho gli ho detto con stupita sincerità e convinzione

“mi fai una pippa”

Una sensazione esaltante. Cercherò di essere io ad interrogarla, per poterle esprimere la mia gratitudine… o per abbatterla con una bieca e scontata vendetta… o, più probabilmente, tutte e due.

[Anna]

Annunci

3 Risposte to “La metamorfosi”

  1. Anna Says:

    Mi sono resa conto solo adesso che quello della stronzetta può sembrare un fatto episodico. In realtà questo post e il profondo pensiero ivi contenuto sono nati da una sistematica rottura di coglioni perpetrata ad ogni lezione, con cadenza settimanale, per quasi 3 mesi. :)

  2. Silently Says:

    Ecco, devi sempre fare quella che pensa fuori dagli schemi, quella rivoluzionaria.

    Non capisco perchè non puoi semplicemente seguire la tradizione.
    Voglio dire, la tradizione ci sarà un motivo per cui è tradizione: perchè è COLLAUDATA e FUNZIONA.

    Avresti dovuto essere tradizionalista e tatuarle lo spigolo di una sedia sulla fronte.

    ….reazionaria pacifista, *tzk*

  3. blas Says:

    …a taranto si direbbe (alla stronzetta) “uè succ d frù! Vid sce te ne vè e fasce nu picc a’ngul”….

    Comunque la calma è la virtù dei forti, infatti noi a taranto siamo calmissimi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: