Gestione delle Rotture I – Corso Base.

by

Dispense propedeutiche all’esame.
Docente: Prof. Silently.

Introduzione.

Miei cari tenerei&giuovini virgulti, dall’alto della mia decennale esperienza in materia di storie d’amMmore condite di rotture, ripensamenti, scopate riparatrici che non riparano mai niente e telefonate chilometriche nel cuore della notte, mi sembra doveroso nei confronti dell’umanità che io elargisca anche a voi una scintilla di sapienza che potrà aiutarvi nella difficile circostanza che qui denomineremo “Essere malamente accannati”.

Naturalmente non rientrano nella categoria “Essere malamente accannati” i componenti delle coppie che inscenano un litigio furioso ogni 2/3 giorni, solo per poter poi “Fare La Pace” trombando come ricci.
Se fate parte di questo tipo di coppia, uno di voi due è un “Adoradrammi” (E l’altro è un coglione perché ancora vi sopporta).

Ma entriamo subito nel vivo della questione: essere scaricati da un essere umano (anche se per un po’ di tempo esiterete a definire così la vostra ControParte) con cui avete condiviso giuoie, piaceri, ma anche dolori ed esperienze di vita vissuta intense e coinvolgenti, e sopravvivere.
Ovviamente farò solo un breve accenno all’Intensità Del Dolore Provato, che, come tutti ben sappiamo è direttamente proporzionale al Tempo Che Siete Stati Insieme.

Bene: che Il Tempo Che Siete Stati Insieme sia pari a un mese o a 30 anni, la sostanza non cambia: la ControParte (CP da ora in poi) ha messo la parola FINE al vostro idillio.
Ora, a parte che se uno tronca una storia d’amMmore mi sembra anche difficile figurarmela come un idillio, ci rendiamo comunque conto di come l’esperienza possa risultare traumatica anche alla Regina Del Ghiaccio Svedese, figuriamoci a dei poveri esseri umani italici come noi.

Capitolo 1: Cose Da Non Fare Assolutamente.

Esaminiamo a grandi linee quali sono i comportamenti da NON tenere nel periodo post-rottura.

1 – Telefonare alla CP con la scusa del cd di Britney Spears che avete dimenticato a casa sua 5 anni fa e che ora DOVETE assolutamente riavere indietro.
Chiedete ad un amico (comune o non) di recuperare le vostre robbbe: ogni contatto con la CP genererà giorni e giorni di disperazione e ripensamenti e di Oddioquantostomalesenzate.

2 – Mandare sms strappalacrime con un estratto della Vostra canzone preferita di Paolo Meneguzzi o dei Beach Boys che incitano a non cedere alle avversità della vita e a rincorrere il Vero AmMore (che in questo caso sareste voi), ma neanche sms minatori del tipo “Te brucio casa”, ma neanche sms minaccianti suicidi collettivi di voi e del vostro gatto, ma neanche un sms vuoto.
Niente – Di – Niente.
Silenzio stampa assoluto.

3 – Passare casualmente ad intervalli regolari di dieci minuti sotto casa della CP, o vicino al suo luogo di lavoro, o vicino a casa di sua madre, o vicino a casa della sua nuova fiamma, o al baretto dove fa colazione di solito.

4 – Rendervi ridicoli davanti a tutti con scenate isteriche lacrimevoli qualora non abbiate capito un cazzo di tutto quello che vi ho detto fino ad adesso ed abbiate quindi intrattenuto dei contatti con la CP.
Scegliete 1 amico, 1, e rendetevi ridicoli solo di fronte a questo povero martire. La vostra vita sociale ne gioverà. Il vostro amico un po’ meno.
E assicuratevi che il povero martire in questione non sia uno di quegli amici che avete snobbato per 3 anni perché dovevate uscire con la CP.
C’è caso che la sua pazienza sia un tantino limitata.

5 – La scopata riparatrice: tanto non funziona.
Al massimo vi rimettete insieme per una settimana, poi ricominciate a litigare e state da capo a 12: non ne vale la pena.

6 – Discorsi assurdi tipo “lui/lei era l’uomo/la donna della mia vita e io non mi voglio arrendere, voglio provarci con tutte le mie forze, era parte del mio cuore non posso sopravvivere senza di lui/lei etcetc.”
Avete rotto er cazzo.
Se la CP fosse davvero la Cosa Della Vostra Vita non vi sareste lasciati. Punto. Non mi fate gli adolescenti in preda agli ormoni, sennò mettetevi a guardare le serie tv sui vampiri gay e piagnete davanti a quelle senza frantumare i coglioni a noi.

7 – Andare nei posti dove andavate insieme e guardare i film che guardavate insieme e ascoltare la musica che ascoltavate insieme. Crogiuolarvi nel vostro dolore non farà altro che ingigantirlo.
Ed è troppo emo. Ormai siete troppo grandi per ‘ste minchiate.

Capitolo 2: Allora Cazzo Faccio?

1 – E’ opportuno&salutare chiamare tutti gli amici che avete pesantemente e seriamente snobbato per tutto il tempo in cui siete rimasti fidanzati.
Comunque non vi stupite se vi ridono in faccia e vi mandano a cagare: magari nel frattempo si sono trasferiti in Australia per il dispiacere di aver perso la vostra preziosa amicizia e voi manco lo sapevate.
Siate pronti anche a questo.
Per il resto, sicuramente qualcuno sarà contento di riavervi nel mondo civile: aggrappatevi a loro come delle cozze, fatevi portare in giro a fare cose e vedere gente.
Funziona sempre.

2 – Bevete.
Uscite coi vostri ritrovati amici, vestitevi da zoccole o da coatti, fatevi portare a ballare, ubriacatevi, conoscete un miliardo di persone, provateci con le ragazze o fatevi fare avances pesanti dai ragazzi: è un toccasana per l’ego.

3 – State anche un po’ da soli. Così capirete che non siete poi così noiosi ed incompleti.

4 – Cambiate.
Capelli, vestiti, mobili di casa, colori, abitudini. Invece di sguazzare nello sporco fango del vostro dolore, cambiate la routine consolidata con la CP, e costruitevene una nuova.
Possibilmente più bella.

Capitolo 3 – Rimanere Amici?

Col cazzo.
Al massimo si può Diventare Amici, o Ritornare Amici, ma solo dopo un Ragionevole Lasso Di Tempo, che per mia esperienza personale non può essere inferiore ai 12 mesi di totale, completa ed irreversibile Assenza Di Contatti.
Questo Ragionevole Lasso Di Tempo è propedeutico alla completa perdita di emozioni&sentimenti legati all’abitudine dello stare insieme; solo a queste condizioni sarà possibile l’instaurazione di un rapporto d’amicizia vero e disinteressato, in cui le speranze dell’uno o dell’altro non vertano (solo) alla Scopata-Revival.

A questo punto vorrei però spezzare un’arancia a favore del Revival.
Il Revival, se ha luogo dopo il Ragionevole Lasso Di Tempo, può essere considerato unanimamente un piacevole momento di svago (anche detto “Na Botta E Via”); ma prima di avventurarsi in questi luoghi, assicuratevi di essere abbastanza maturi e disincantati per rendervi conto che non sarà altro che una trombata in allegria, che non deve assolutamente ricondurvi verso l’abisso di una storia finita anni addietro.
Se non stavate bene insieme due anni fa, mi pare difficile che adesso diventiate la coppia perfetta; più probabilmente si manifesterà invece il famoso effetto “Minestrina Riscaldata”, che tutti noi BEN sappiamo quanto faccia schifo.

Conclusioni.

Non frignate, non rompete troppo i coglioni agli amici, riprendete possesso della vostra vita.

[Silently]

Annunci

4 Risposte to “Gestione delle Rotture I – Corso Base.”

  1. giù Says:

    comunque tra le cose da fare non ci sono le cose che ho fatto io, 2.3 escluso.
    mao

  2. Silently Says:

    Dettagli, please. Ogni contributo è benaccetto.
    (Ben accetto?)

  3. iLaria Says:

    non c’è una e dico nemmeno UNA delle cose che tu abbia scritto che non sia assolutamente sacrosanta.

    ..troppi “non”, mh?

    mbè, volevo solo dire che c’hai ragione. su tutta la linea.

    respect.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: