A volte resto perplesso

by

Sul sito del manifesto si trova la lettera di Carlo Santo, direttore della sanità del Lazio, riguardante il riordino della sanità laziale. Tralasciamo le retoriche per le quali Basaglia è uno degli italiani che hanno fatto grande il mondo. Vero però che la legge Basaglia è, ed è riconosciuta a livello mondiale come tale, un provvedimento avanzato dal punto di vista SCIENTIFICO/INTELLETTUALE ma soprattutto UMANO. E io resto perplesso, perplesso perché questa è solo l’ennesima occasione nella quale le vite delle persone sono considerate dei semplici numeri, qualcosa che bisogna limitarsi a contare perchè ciò che importa è un bilancio in attivo. A volte resto perplesso, perchè questo sistema di fare e pensare funziona e funziona bene. Ma è un sistema mancante, deficiente, incapace di rendersi conto che numeri ed equazioni descrivono la realtà, non la fondano nè tanto meno la costituiscono. E resto perplesso perchè anche le vite, che potrebbero essere le nostre, vengono costrette a funzionare; molto prosaicamente e senza troppa vergogna contabilizzate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: