Come sopravvivere ad un dottorato di ricerca (una guida semiseria) parte 2 di ???

by

Come tirare avanti.

Spesso si critica al sistema universitario l’assenza di meritocrazia. Non è vero. E’ solo che il concetto di merito è alterato: la capacità di gestire i rapporti con gli strutturati nei dipartimenti, l’aspetto politico diciamo, è importante quanto la produttività scientifica.
In altre parole anche se scrivete dieci articoli, ma siete degli stronzi o peggio ancora degli imbranati o peggio peggio ancora avete fatto incazzare il vostro professore, siete accademicamente morti. Stecchiti. Sepolti in una stanzetta polverosa. E senza neanche un pc da cui leggere ConversazioniMetropolitane.

Invece bisogna essere attivi e diplomatici: andare a tutte le conferenze, parlare con tutti, smazzarsi gli ospiti dei vostri professori a pranzo, lavorare, leggere molte pubblicazioni relative al vostro lavoro, lavorare, chiedere udienze settimanali al relatore, anche per non dire niente, lavorare, dire sempre la verità. Lavorare.

Mostrarsi sempre motivati e affidabili. Sempre. Sempre. Sempre.

Il perché di questa impellenza risiede in un’analisi dei professori dal punto di vista etologico ed economico.
I professori sono creature pavide ed opportuniste, atteggiamento rinforzato dalla ridicola esiguità dei loro fondi. Quando investono soldi, tempo ed influenza sui loro studenti, si sentono molto magnanimi: ma una qualsiasi fibrillazione può spaventarli.
La loro stima oscilla come in una dinamica di mercato: dando segno di non essere un investimento solido, farete crollare la vostra quotazione. E cosa fanno gli investitori con le azioni che crollano? Se ne disfano.

Ecco. Anche nella disperazione più nera, sempre motivati.

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: