Concordato 2.0

by

L’altra mattina mi stavo dedicando al macabro e periodico rito della depilazione e, a causa della considerevole quantità di bestemmie che questa procedura comporta, ho iniziato a pensare alla religione cattolica. C’è un problema tra me e i cattolici. Infatti formalmente la pensiamo nello stesso modo su tante cose, ma per ragioni completamente opposte. Ad esempio la sospensione dell’idratazione forzata ai pazienti in coma è barbara per entrambi: io passerei all’eutanasia, loro a una paziente attesa che le piaghe da decubito si mangino vivo il paziente. Punti di vista. Altro esempio più leggero: l’inferno. Secondo me Berlusconi e Andreotti non ci andranno perchè l’inferno non esiste, secondo molti cattolici perchè sono brave persone. E’ inutile dire poi che secondo me gli omosessuali non dovrebbero sposarsi in chiesa perchè nessuno dovrebbe farlo, i cattolici perchè… non lo so perchè, probabilmente li ritengono creature contronatura. Ma come si fa ad andare avanti così??? Non si può, è ora di arrendersi. Ed ecco la mia idea fantastica, un’idea rivoluzionaria di pace, libertà, autodeterminazione.

Tutti i cattolici vanno a vivere nella Città del Vaticano fondando uno stato integralista cattolico e adottando per una buona volta il Vangelo come costituzione e l’Antico Testamento come codice penale. E io e tutti gli altri che non hanno bisogno di ingerenze ecclesiastiche per essere governati ce ne restiamo a casa nostra, in un paese che, almeno sulla carta costituzionale, è nato e resta laico.

Certo, per un po’ l’Italia si svuoterebbe, ma, a parte il fatto che se non altro non troverei traffico sul raccordo, secondo me il calo demografico non durerebbe a lungo. Infatti, anche nella nuova Repubblica Vaticana, la gente inizierebbe a voler divorziare, abortire, andare a mignotte e farsi le canne, con la differenza che lì non sarebbe possibile per davvero. Vietato per legge divina, mica cazzi. E’ così il problema degli sbarchi clandestini da oltretevere diventerebbe rapidamente un’emergenza sociale. Ma in tal caso voterei volentieri per Maroni, e farei a modo suo. E cioè: le chiese ormai vuote non diventerebbero biblioteche come fecero i comunisti, ma centri di prima accoglienza dove stipare i cattolici transfughi con i loro miliardi di figli nati per mancanza di contraccettivi, in attesa di identificarli e rispedirli al loro paese. Potrei anche arrivare a destinare il mio 8×1000 per oliare un accordo bilaterale tra Italia e Vaticano per impedire gli sbarchi. Del resto la diplomazia è compromesso.

E farei grandi cose con tutti i miliardi di euro fino ad oggi buttati in sgravi fiscali e finanziamenti alle scuole private col solo scopo di leccare le terga ai preti.  Costruirei ponti, strade, infrastrutture, metropolitane, distribuirei capillarmente e gratuitamente la banda larga, costruirei centri di ricerca sulle cellule staminali, svuoterei Corviale e metterei le famiglie disagiate a vivere nelle canoniche, commuterei gli stipendi dei professori di religione in stipendi per professori di educazione civica, darei il permesso alla gente di Cesano di smontare a martellate le antenne di RadioMaria e proclamerei quel giorno “Festa nazionale della salute”. Sarebbe bellissimo, specie per me e Uber, che la vediamo un po’ così

[Anna]

Annunci

Tag: , , ,

Una Risposta to “Concordato 2.0”

  1. Sciuscia Says:

    LOL la vignetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: