Bud Spencer Blues Explosion + Low Frequency Club @ Circolo Degli Artisti, Roma (19/05/2011)

by

Distorsonic: Non sono una grande fan del recensire i gruppi che non mi sono piaciuti PER NIENTE, quindi sorvolerò.

Low Frequency Club: una vera sorpresa, ne è valsa la pena.
Questi 3 giovanotti da Brescia, attivi dal 2006, sono dei trascinatori di masse, vi sfido a stare fermi mentre li ascoltate sintetizzare, schitarrare e giocherellare con giri di basso dal groove innegabile.
Un po’ funk, un po’ parecchio elettronica, senza dimenticare qualche power riff occhieggiante al roccherroll, certo non annoiano.
Il bassista è una bestiolina da palco che saltella e smanazza col sintetizzatore, il cantante-chitarrista-tastierista è veramente superimpegnato a farvi ballare, ma thewinneris il batterista, uno spettacolo per gli occhi come balla là dietro mentre regge magistralmente i tempi con una fantasia apprezzabilissima.
Bravi, bravi davvero.

Bud Spencer Blues Explosion: Finalmente, ci siamo.
Era da un po’ che aspettavo di sentire un’esibizione live dei BSBE; mi chiedevo come fosse possibile fare tutto quel casino in 2.
Adriano Viterbini lo avevo già apprezzato (leggi = idolatrato) con i Black Friday, un altro progetto a due con Luca Sapio(che adesso, come tutti ben saprete, ha preso il posto di John DeLeo con i Quintorigo), sempre al Circolo un paio di mesi fa.

Comunque, premessa: questi due sono talmente fighi che sarebbe valsa la pena guardarli suonare anche senza audio.
Viterbini  è entrato ufficialmente in questa personalissima classifica, mentre Cesare Petulicchio è addirittura BASM.

Nota negativa tecnica, inizialmente la voce era bassissima e mi ha fatto non poco rosicare durante il primo pezzo, una cover di Hendrix: ‘Voodoo Child’, che presumo sia inclusa (insieme a una bellissima cover di una irriconoscibile ‘Killing In The Name’ dei Rage Against The Machine) nel famoso EP live registrato al circolo il mese scorso.
Che ancora non ho, ma rimedierò presto.

Occhei sto un po’ divagando perché la performance, in sé, mi è piaciuta moltissimo ma sporadicamente, in un paio di occasioni, mi ha fatto sbadigliare.
Viterbini crea degli intermezzi in cui ripete lo stesso riff, che potrebbe funzionare se avesse dietro una band, o se Petulicchio svarionasse un po’ su quella batteria; invece no.
Cesare è un metronomo, però potrebbe inserirsi meglio nel contesto melodico con qualche variazione, un appoggio che sia sì ritmico, ma che aiuti anche a movimentare e a riempire ulteriormente il tessuto armonico.
E no, la frase non l’ho copiancollata dal Manuale di Teoria e Armonia, l’ho pensata tutta da sola.

Esaurite le critiche, comincio con le lodi: questi due spaccano. Come avevo già notato con i Black Friday, a Viterbini pare la chitarra non basti; ha tanto da dire (e da dare), e non si risparmia in niente. Passa dai riff heavy-metal al blues con una semplicità ed una naturalezza sconcertanti. Tra i due poi c’è un’intesa splendida fatta di soli cenni, quella che si possono permettere solo le persone che suonano sulla stessa lunghezza d’onda e con estrema naturalezza.
Il risultato è un concerto esuberante, divertente, entusiasmante.
Assolutamente da rivedere quando ricapiterà.

Qualche bella fotina, qui e qua.

[Silently]

Annunci

Tag: , , , , , , , , , ,

7 Risposte to “Bud Spencer Blues Explosion + Low Frequency Club @ Circolo Degli Artisti, Roma (19/05/2011)”

  1. brillanteeugenio Says:

    Ecco come NON si scrive, ovvero: un capolavoro di inettitudine!
    E io che stavo a perdere tempo commentando i tuoi altri post pieni di insulti e presuntuose dichiarazioni quando qui giaceva una gemma di tali proprorzioni!
    Scusa cosa ti hanno fatto i Distorsonic, hanno rifiutato un tuo invito o qualcuno di loro è un tuo ex fidanzato? Oppure altro ancor più sporco? Cioè, voglio dire, non hai messo neanche il link! Forse non incontravano il tuo gusto personale? Cioè, vai in calore per un gruppo rock che è poco più di una coverband e un ‘ altra che è la solita minestra riscaldata priva di originalità, stando a quello che scrivi. Va bene che anche tu scrivi senza possedere una personalità, identica a milioni di altri blogger, e quindi non sai riconoscere l’ originalità e quindi tutto torna …
    Vabbè che tu non le dai mai, le spiegazioni, solo tu sai il perché Carlo Pastore sia merda da evitare o perché John Vignola sia un demente, tu, mente elevata che SA oltre ogni umano sapere anche sullo scrittore P. Roth (quel post finora era il più ridicolo di tutti).
    Ah, ho capito! Non erano BASM! Tu, abile giornalista esperta che sa, già pronta a prendere il posto di Vignola, ti immagino intervistare i Verdena alla FNAC al suo posto: “Senti Luca, sei più BASM tu o Alberto?”. Ma non provi mai senso di ridicolo?
    Poi: armonia? Ma cosa ne sai tu di armonia? Ma se non sai distinguere un do maj da una sedia!, come usava dire il buon Branduardi …
    E mi fermo qua, che è mejo, va …
    Buona giornata!

  2. Silently Says:

    Ma come ti fermi qua, ma no, vai vai (però si vede che sei stanchino, eh, ti stai un po’ copiaincollando da solo i commenti)

    Meglio che ti risposi un po’, una buona dormita e poi puoi ricominciare a spulciare tutto il giorno nel mio blog sfigato!

    :*

  3. brillanteeugenio Says:

    Accolgo il tuo invito con grande piacere :)
    ma tu appena ti alzi corri a leggere cosa ho scritto? Ma non mi dai troppa importanza per come eri partita? Dicevi di non volermi sfamare perché ero un troll, e invece mi rispondi puntualmente senza però mai rispondere veramente, mostrando solo quanto sei infantile con le tue risposte piene di fuffa. Ma cosa potevo aspettarmi da una insensibile come te, così tanto piena di cinismo?
    Buona giornata.

  4. Silently Says:

    Il bello è quello, risponderti senza risponderti!
    Io in realtà ti adoro (te lo scrivo da giorni!) e prima o poi ne scoprirai anche il motivo!

    :*

    P.s. Io purtroppo alle 7 NON sono APPENA sveglia :(

  5. brillanteeugenio Says:

    ma il motivo per cui mi adori lo so già!

  6. Perchè io ti vogliobbene come se fossi normale. « ConversazioniMetropolitane Says:

    […] You! Black Emperor @ Estragon, Bologna 26/01/2011) 9 – Giuovin Donzelle in crisi. 10 – Bud Spencer Blues Explosion + Low Frequency Club @ Circolo Degli Artisti, Roma (19/05/2011) 11 – Storie di donzelle, cavalieri e ruote a terra. 12 – Il Roxy Girls Surf Festival 2011: e […]

  7. badassai Says:

    L ‘ Eugenio ha ragione. Perché non stare al proprio posto ? Perché ?? Tutti competenti, tutti ” mottespiegoio “. Un po’ di umiltà. ci vorrebbe, cosa che oggi, purtroppo, spesso manca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: