Primati

by

Bello ieri sera il Golden Gala all’Olimpico. Non so la gente quello che pensa dell’atletica, so solo che il biglietto delle curve stava a cinque euro e con cinque euro ti vedi uno spettacolo che non capita tutti i giorni. Tutti aspettavano il giamaicano Bolt, quello che corre i cento in poco più di nove secondi, infatti lo stadio s’è cominciato a riempire dalle nove in poi; ma lo spettacolo stava anche prima.
Sarà che l’atletica ha qualcosa di primitivo che va a togliere più che ad aggiungere.  
I ragazzini preparano la pista per i 400 ostacoli, i giudici se ne stanno seduti nelle loro seggiole in plastica, nel prato alcuni addetti sistemano i nastri per il lancio del giavellotto mentre tutto intorno la pista vedi quello che fa il salto in alto, quello che fa stiramenti, quello che si prepara per il lungo. Un miscuglio di atleti concentrati in un pezzo di campo verde e nella pista che lo circonda, ognuno con i proprio muscoli e i propri respiri; corpi regolati per andare a sfidare il tempo. Poi, per assurdo, dagli spalti non respiri nemmeno troppa competizione. Quando finisce la gara vedi il primo che si abbraccia col secondo come a dire abbiamo scampato pure questa, abbiamo condiviso pure questa!  E sugli spalti pure c’è un’aria di pace che sembra di stare a un concerto reggae.

Annunci

Una Risposta to “Primati”

  1. Sciuscia Says:

    Concerto reaggae, dici? Sarà l’effetto di Bolt.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: