Chemical Brothers @ Rock In Roma, 13/07/2011

by

I Chemical Brothers sono sempre un discorso delicato per un’appassionata di rocckerroll come me, mi mancano i termini base della musica dance che non conosco, perché fondamentalmente la musica elettronica non è il mio forte; non penso valga la pena erudirsi a tal proposito e quindi di solito non lo faccio.
Tranne quando si tratta di loro due.

Il pre concerto è stato molto coinvolgente, perfetto per scaldare la massa: non so chi ci fosse alla console ma non pensavo sarei mai riuscita ad ascoltare una cover dance dei Radiohead (‘Street Spirit’) senza morire dentro.
Grande pecca del Rock In Roma: la polvere. Ogni passettino alza nuvolone tossiche di polvere e terra che ti uccide istantaneamente i polmoni; moltiplicate questi nuvoloni per una massa abnorme di gente che balla e avrete come risultato delle caccole nere che se le collezionate poi ci rifacciamo il litorale di Ostia.

Ma torniamo al clou: il concerto dei Chemical Brothers, cominciato alle 22.30 e finito alle 00.00 spaccate.

Capisco le perplessità di chi non se la sente di regalare 40 e spicci euro per un concerto che, magari vi viene da pensare, NON è un concerto ma una dj set.
Vi sbagliate di grosso: vi assicuro che un concerto dei Chemical Brothers è un concerto vero e proprio, le vostre canzoni preferite sono mixate live e diventano qualcosa che non avete mai sentito, un flusso ininterrotto di un’ora e mezza di riff e ritornelli che conoscete a memoria trasportati a nastro su basi nuove ed inedite, il tutto condito dal megaschermo con le inquietanti immagini clownesche, bacarozzesche, ominiballerinesche, e dai laser che fanno sempre il loro porco effetto.
Non c’è mai tempo di riposare e pensare, ad un concerto dei Chemical Brothers, non esiste pausa, silenzio, non vi potete fumare una sigaretta, bere una birra, comunicare coi vostri amici, potete solo respirare, ballare, urlare e/o ridere.

Vi potete drogare, ma è meglio se lo fate prima che inizi il concerto.

Nonostante l’entusiasmo e l’energia che uno show del genere ti lascia inevitabilmente addosso, ho una lamentela da fare: un’ora e mezza di concerto per 40 e passa euri è un po’ troppo poco.

Qualche videuccio lo volete vedere?

Saturate/Believe
Hey Girl Hey Boy
Do It Again/Get Yourself High!
Star Guitar
Swoon

(…ma voi, dove cazzo stavate?)

[Silently]

Annunci

Tag: , , , , ,

4 Risposte to “Chemical Brothers @ Rock In Roma, 13/07/2011”

  1. fiumerosso Says:

    per me un’ora e mezzo è abbastanza, soprattutto epr un concerto del genere.

    • Silently Says:

      Mh è che io li avevo già visti nel 2007 e suonarono di più. E’ anche vero che stiamo parlando di 1 ora e mezza di non stop assoluto, però un po’ di perplessitudine rimane.

  2. Francesco Says:

    Non hai menzionato la grossa rottura di scatole dei passanti … cmq bel concerto! Esperienza da rifare, senza dubbio. Magari venissero a Roma i Daft Punk!

  3. BNY Says:

    Justice….li avete mai sentiti? dovete!

    quoto daft punk. ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: